forex trading logo

Benvenuti in MEDPASHARE, portale di libera condivisione degli studenti di medicina di Palermo! Registratevi e cominciate subito a condividere il vostro materiale didattico. Leggete le FAQ per sapere come fare, BUONA CONDIVISIONE! ;)


Entra Scarica Invia Contattaci

Seguici su FB!

Login

Inserisci user e password
Home
MEDPASHARE
GIORNATA DI ORIENTAMENTO PER IL GIOVANE MEDICO NEOABILITATO - MARZO 2014 Stampa E-mail
Scritto da Giulia Musicò   

A cura di Giorgio Sessa, Giovanni Mulè e Giulia Musicò, pubblichiamo un utilissimo riassunto della "GIORNATA DI ORIENTAMENTO PER IL GIOVANE MEDICO NEOABILITATO" organizzato dal SIGM il 18 Marzo 2014. Sarà tutto molto più chiaro! ;) Potete anche scaricare l'intero pacchetto file da qui, keep on sharing!

giornata del giovane medico neoabilitato 2014 Versione:2014

Sintesi curata da Giulia Musicò, Giorgio Sessa e Giovanni Mulè.

Il pacchetto contiene:

- Resoconto giornata d' orientamento del giovane medico neoabilitato

- Contraccezione d'emergenza

- Note AIFA

- Codici ASL

Registrati o effettua il login per scaricare i file di questa categoria.

Autore  Data 2014-03-20 Dimensioni 916.82 KB Download 164


 

Differenza tra concetto di Ospedale e Territorio

Differenza tra concetto di Ospedale e Territorio:

-Ospedale : fisicamente la struttura ospedaliera, amministrata e gestita autonomamente

-Territorio: tutto quello che sta al di fuori dell’ospedale (MMG, servizio di continuità assistenziale, poliambulatori, piccoli ospedali ecc..)

NB. Gli ospedali con una gestione economico-sanitaria autonoma sono chiamate Aziende Ospedaliere (A.O.) ad esempio Civico. Gli ospedali che sono gestiti dalle ASP sono chiamati Presidi Ospedalieri (P.O.) ad esempio l’ospedale di Petralia.

 

I fondi e gli amministratori sono separati tra ospedale e territorio, e la Regione fornisce un tot annuo (ad ogni ASP) che devono essere gestiti dalle due strutture.

E’ importante saperlo perché prima veniva destinato più denaro agli ospedali rispetto ai presidi territoriali, mentre da qualche anno a questa parte è il territorio ad essere finanziato di più.

 

Concetto di SUES (acronimo di “Servizio Urgenza Emergenza Sanitario”): riguarda l’emergenza, e comprende:

-       PTE: punto territoriale d’emergenza

-       Ambulanze -> 3 tipi di ambulanze: semplice, medicalizzata (con medico) o con rianimatore)

-       Elisoccorso

Sostituzioni, info pratiche

 

Nozioni pratiche su: graduatorie MMG, continuità assistenziale (ex guardia medica), guardia medica turistica, prescrizione farmaci, certificato di malattia e ricetta rossa

Dott F. Bartolotta e D. Merendino

 

Graduatorie per incarico (portare bollo da 16 euro all’ASP entro 30 giorni dal 14 Marzo 2014 e compilare relativo modulo).

Le graduatorie sono divise in 4 fasce: la fascia A e la B non ci riguardano. La fascia C ha incarichi massimi di 3 mesi l’anno e riguarda il medico neoabilitato che non lavora.

 

Per la guardia medica turistica nelle ASP in cui si fa una graduatoria a se stante (es. Trapani) si compila un altro modulo non appena viene pubblicato il bando.

 

NB: a Palermo la guardia medica ordinaria e quella turistica sono “cumulate” in questo senso (sebbene siano gestite da graduatorie, nomine, contratti e salari diversi), nel senso che possiamo lavorare massimo 3 mesi in un anno, che siano costituiti da continuità assistenziale ordinadia o turistica. In altre ASP ad esempio Trapani sono disgiunte, questo significa che posso lavorare 3 mesi in guardia ordinaria e 3 in turistica nello stesso anno, per un totale –nella pratica- di 6 mesi!

NB2: posso inserirmi nelle graduatorie di più ASP contemporaneamente

Le sostituzioni dal MMG

LE SOSTITUZIONI DAL MMG

 

Per quanto riguarda le sostituzioni dal MMG, queste in teoria fanno parte della disponibilità date all’ASP, ma nella pratica il MMG chiama il proprio sostituto “su fiducia” (è previsto, è prassi ed è anche legge).

Per poterlo fare devo andare al distretto dell'ASP in cui risiedo (es. Castelbuono distretto di Cefalù, San Vito lo capo distretto di Trapani) e richiedere l’attivazione delle mie credenziali (username e password) per entrare nel sistema informatico del MMG e poter stampare la ricetta dematerializzata.

E’ NECESSARIO AVERE LE PROPRIE CREDENZIALI PER POTER FARE LE SOSTITUZIONI DAL MMG, perché siccome ogni MMG deve fare almeno il 60% di ricette dematerializzate, nessuno si accollerà mai di lasciarti fare solo ricette rosse, perché utilizzando il suo ricettario vai ad attingere a quel pool del massimo 40% di ricette rosse che lui può fare (vedi dopo la questione della ricetta rossa).

La Continuità Assistenziale

 

LA CONTINUITà ASSISTENZIALE

 

Orario continuità assistenziale (ex guardia medica):

Lun – Ven dalle 20.00 alle 08.00

Dal sabato alle 10.00 a Lunedì alle 08.00

E’ previsto dalla legge che le due ore dalle 08.00 alle 10.00 del sabato mattina siano coperte dalla reperibilità del MMG !

 

Questione trasporti: in teoria io posso lasciare il luogo di servizio (che sia MMG o continuità assistenziale) solo nel caso di una visita domiciliare , TUTTAVIA se ho un pz instabile e chiamando il 118 mi danno disponibilità solo di un’ambulanza semplice (senza medico), “premesso che comunque sbaglierò, devo scegliere il danno minore”, ergo: avverto i carabinieri, scrivo nel registro lascio un biglietto sulla porta della guardia e accompagno il pz fino in ospedale.

 

Compiti del medico di continuità assistenziale:

-       visita (comprese le domiciliari e il pronto intervento)

-       prescrizione farmaci (per la guardia turistica prescrizione anche di esami strumentali, perché la guardia turistica sostituisce in tutto e per tutto il MMG)

-       richieste di ricovero

-       NO: somministrazioni intramuscolo a richiesta

Nella continuità assistenziale tutti i medici sono uguali tra loro tranne il coordinatore (responsabile farmaci, struttura, turni ecc..)

 

Prestazioni aggiuntive:

-       prima o successiva medicazione

-       tamponamento nasale

-       fleboterapia in urgenza

-       cateterismo vescicale

-       punti di sutura

ecc..

Queste prestazioni sono “aggiuntive” perché sono pagate oltre il normale salario. Bisogna compilare il relativo modulo con firma nostra e del paziente e lo si conserva per avere il rimborso a fine mese.

 

NB: possiamo prescrivere farmaci DI URGENZA ED IMMEDIATO UTILIZZO! Noi serviamo per sopperire alla mancanza del MMG nelle ore in cui non c’è l’ambulatorio aperto.

CHE SUCCEDE IL SABATO MATTINA SE ARRIVA UN PAZIENTE CHE HA FINITO UN FARMACO DI TERAPIA CRONICA?

Qui, da una parte, non essendo un farmaco d’urgenza, non potrebbe essere prescritto. Dall’altra parte il paziente senza terapia cronica non ci può stare.

COME SI RISOLVE? Ci sono 2 cose che possiamo fare per non avere problemi.

La prima, e la migliore, è prescrivere il suddetto farmaco su ricetta bianca e mandare il pz in farmacia, lui paga il farmaco e poi il lunedì tornerà con la ricetta rossa del MMG e si fa rimborsare.

Se il pz mi dice “Duttù, i picciuli un ci l’haiu!” allora gli si deve chiedere di mostrare una la documentazione di malattia, si prescrive con ricetta rossa il farmaco e se voglio faccio una fotocopia della suddetta documentazione per giustificare la prescrizione di quel farmaco non urgente all’ASP. SE TUTTO QUESTO NON AVVIENE il costo del farmaco mi verrà decurtato dallo stipendio!

 

Alcune categorie di farmaci particolari:

 

- Farmaci off-label (“fuori etichettatura”): se prescrivo un farmaco per un determinato disturbo che HA effettivamente effetti su quel determinato disturbo (esempio il Toradol per la cefalea) e poi il paziente ha una qualsiasi reazione avversa, io sono passibile di denuncia perché nel foglietto del Toradol la cefalea NON E’ tra le indicazioni, pertanto ho prescritto un farmaco off-label. Questo può essere passibile di denuncia, quindi controllare sempre i prontuari e le indicazioni “da etichetta” prima di fare qualsiasi prescrizione!

 

- Farmaci oppioidi: dagli oppioidi leggeri a quelli pesanti sono prescrivibili tramite ricetta rossa, pertanto è NECESSARIO fare denuncia alla polizia se viene perso anche solo un foglio del ricettario, perché il paziente potrebbe averlo preso mentre eravamo distratti e lo utilizza per poter prendere la morfina o il fentanyl. Pertanto non solo non devo mai lasciare il ricettario in giro, ma non devo mai prescrivere un oppioide senza avere la relativa documentazione del pz (non importa se mi dice che ha il dolore oncologico cronico, se non mi porta la diagnosi di malattia io devo purtroppo sempre temere che mi voglia raggirare per avere farmaci!)

 

- La contraccezione d’emergenza (“Pillola del giorno dopo”): LA “NORLEVO”(entro 48 h in qualsiasi caso) o LA “ELLA ONE”(entro 72 h dal rapporto ma solo previa esecuzione di test urinario di gravidanza) NON SONO PILLOLE ABORTIVE, sono contraccettivi orali! E in quanto contraccettivi orali NON sono soggetti ad obiezione di coscienza! Se c’è indicazione NON possiamo NON prescriverle!

NB: Preparare SEMPRE un consenso informato SCRITTO in cui la paziente esprime la sua decisione di voler prendere la pillola nonostante conosca i rischi di tale terapia (ed elencare i relativi rischi) e spillarlo al registro.

 

COSA PORTARE CON Sé NELLE SOSTITUZIONI

-       fonendoscopio e sfigmomanometro

-       saturimetro

-       glicometro

-       borsa con farmaci d’emergenza, cerotti, bende ecc..

 

COME INVIARE IL PAZIENTE IN OSPEDALE?

1)   preparare documentazione di accompagnamento (in cui scrivo i miei dati, i dati del pz, la visita, l’esame obiettivo, le mie riflessioni e le mie ipotesi) e fornirla al 118 che a sua volta la darà al PS

2)   indicare al centralinista del 118 il tipo di ambulanza che ci serve

3)   in attesa dell’arrivo stabilizzare il pz.

Consiglio: nell’attesa, non stare mai con le mani in mano! Prendere polso e pressione anche più volte, fleboterapia ecc..

 

QUANDO FARE LA VISITA DOMICILIARE? SEMPRE!!

-       è sempre meglio un atto commissivo che non omissivo

-       utilizzare l’auto personale (rimborso di 2 euro all’ora) o l’autoparco dell’ASP (presente solo in qualche realtà)

-       NON fare mai terapie telefoniche se ci troviamo in continuità assistenziale! Diverso è il caso del MMG che conosce il proprio assistito e i farmaci che normalmente assume, e la legge prevede che possa dare indicazioni terapeutiche per telefono.

-       Lasciare sempre scritto nel registro l’indirizzo di dove mi sto recando. Avvertire i carabinieri se sto per affrontare un tragitto con condizioni climatiche avverse o se non dovessi trovare la destinazione e decidessi di tornare in guardia medica.

 

Reati che l’assistito può compiere e che ci tutelano:

- procurato allarme (esempio: mi fa arrivare a casa sua dicendo di star male e poi voleva solo misurata la pressione o prescritto un farmaco)

- interruzione di pubblico servizio (esempio: viene in guardia un tizio che vuole prescritto un farmaco o rilasciato un certificato che io non voglio prescrivergli e si pianta lì dicendo che non se ne và finchè non lo faccio)

 

NB: il registro di guardia medica è un atto pubblico di fede privilegiata, come la cartella clinica, e quindi gode di tutte le sue caratteristiche (tra cui il fatto che tutto quello che c’è scritto nel registro è considerato vero fino a prova contraria, pertanto bisogna annotare ed allegare sempre più roba possibile, ovviamente non inutile). Deve inoltre essere trattata e compilata come la cartella clinica (cancellature, timbri, firme etc..)

Certificato di malattia

Certificato di Malattia

-       Chiedere sempre carta d’identità (se il pz non l’ha riportarlo nel registro)

-       Valutare ciò che è possibile valutare in atto e NON ciò che l’assistito accusava precedentemente (se il pz arriva la domenica sera e ci dice che il giorno prima o la mattina aveva avuto la diarrea io NON DEVO rilasciare il certificato di malattia se alla visita e all’esame obiettivo ritengo che in quel momento lui sia in grado di lavorare)

-       Il certificato può essere cartaceo, via internet (vedi sito SIGM) o telegrafica.

La ricetta rossa

 

LA RICETTA ROSSA

 

Ci verrà fornita dall’ASP al momento del primo incarico di continuità assistenziale. Userò tale ricettario (con il mio codice personale) in guardia medica ordinaria o turistica, insieme al mio timbro personale.

 

In caso di sostituzione di MMG invece userò il SUO ricettario con il MIO timbro (così dalla ricetta si vede che il MMG era tizio e che io l’ho sostituito) in caso di sostituzione per la richiesta di esami strumentali.

L’ASP e chiunque altro potrà sapere che io non ho rubato il ricettario del medico di famiglia perché ogni sostituzione è registrata (anche quelle su chiamata diretta del MMG devono essere comunicate).

Per richieste di farmaci devo usare la ricetta dematerializzata con le MIE credenziali (vedi sopra) anche se sto facendo sostituzione presso lo studio di un MMG.

 

 

Com’è divisa la ricetta:

 

 

In alto a sinistra nome cognome e indirizzo del pz (quest’ultimo è facoltativo)

 

1) Esenzione: ci sono diversi tipi di esenzione (per condizioni economiche, invalidità ivile, patologia ecc..). Chiedere sempre il cartellino prima di scrivere un’esenzione, perchè la stessa deve essere stata approvata e deve essere valida in quella data, altrimenti il farmaco ci viene addebitato a fine mese.

Il codice d’esenzione è composto da una lettera e due cifre e: se nazionale va scritto nelle tre caselle bianche, se regionale in quelle rosse.

 

2) Spazio per la firma dell’assistito (per autocertificazione stato di reddito, normelmente Non si compila)

 

3) ASL di residenza dell’assistito, è l’azienda sanitaria a cui andrà addebitata la prestazione, pertanto va sempre compilato con attenzione onde evitare contestazioni future.

il codice è formato dalla sigla della provincia (PA, TP, AG ecc) + 20 + il numero da 1 a 9 corrispondente alla provincia siciliana in cui stiamo operando, in ordine alfabetico (esempio Palermo è PA 206)

 

4) Codice Fiscale dell’assistito

 

5) Codici aggiuntivi

 

6) e 7) Spazio per la nota AIFA. Le note  indicano che il farmaco prescritto deve essere concesso in Classe A (a carico del SSN, quindi gratuito per il pz) poiché la patologia del paziente rientra in quelle condizioni contemplate dalla nota stessa.  Ci sono due caselle per le note perché su una ricetta si possono prescrivere due prodotti diversi.  In assenza dei requisiti previsti dalla nota il farmaco è a carico dell’assistito e in realtà andrebbe prescritto su ricetta bianca. Se lo prescrivete sulla ricetta SSN abbiate sempre cura di sbarrare le caselle della nota.

Tutti i farmaci sono classificati o in fascia A o in fascia C, rispettivamente gratuiti o a pagamento (per il pz). Però non è così semplice, perché uno stesso farmaco può essere in fascia A o C a seconda della motivazione per cui viene prescritto. Esempio, la metformina (secondo relativa nota) è gratuita per tutti i diabetici, pertanto in fascia A. Se viene prescritta a scopi puramente dietetici a un pz non diabetico, non va segnata con la nota e pertanto il pz la deve pagare!

Come sapere quali farmaci rientrano in quali note? Nei prontuari farmaceutici alle prime pagine ci sono tutte le note (per questo serve averli aggiornati all’ultimo anno!) e comunque ogni farmaco del prontuario ha accanto una parentesi col numero della nota di riferimento.

 

8) Priorità della prestazione (Urgente, breve ecc) si mette una croce sulla casella che interessa in caso di richiesta di esami/visite.

U: urgente, entro 3 gg

B: Breve, entro 10 gg

D: Differita, entro 30 gg

P: Programmata

 

9) Fondamentale in questo gruppo di caselle la “S” che vuol dire “suggerita” la casella va spuntata in caso di prescrizione indotta da altra struttura/professionista, è sempre opportuno aggiungere sulla ricetta la dicitura "prescrizione indotta da….” Specificando nel dettaglio l’ente o il professionista suggeritore. Ovviamente se la prescrizione comporta un danno per l’assistito si è comunque responsabili in toto della propria prescrizione, infatti l’utilità di tale casella è limitata a questioni relative al budget prescrittivo del MMG convenzionato e non rappresenta assolutamente uno scarico di responsabilità.

 

10) Timbro e Firma del Medico Prescrittore. In caso di sostituzione è corretto apporre il timbro del titolare, il proprio timbro e la propria firma. È opportuno che il timbro contenga il numero di iscrizione all’ordine o il codice regionale in caso di medico convenzionato e il numero di telefono del medico.

11) Data esatta della prescrizione.

12) Tipo di Ricetta. Normalmente non si scrive niente perché nelle sostituzioni lavoriamo per il SSN. Qualora dovessimo lavorare come medico militare, medico di bordo ecc, allora ci saranno i codici relativi.

13) Numero di pezzi/esami. Riempire tutte le caselle, se prescrivo una scatola devo scrivere 001 oppure //1

NB. Se mi trovo in guardia medica devo prescrivere sempre il numero MINIMO di confezioni di farmaco possibili, devo garantire la terapia fino alla mattina successiva (o al lunedì mattina nel weekend). Se prescrivo farmaci oltre il minimo necessario mi verranno decurtati dallo stipendio.

14) Farmaco/esami strumentali

-Farmaci: indicare il nome del principio attivo (+/- nome commerciale scritto tra parentesi) con dose. Per legge è permesso scrivere solo il nome commerciale per i pazienti in terapia cronica. In una stessa ricetta posso richiedere fino a 2 farmaci

- Esami strumentali (NB in continuità assistenziale NON si possono chiedere esami strumentali, solo farmaci!), posso chiedere fino ad 8 prestazioni di diagnosi diverse (una per ogni rigo)

Usare l’ultimo rigo per la Diagnosi.

NB: ogni errore o correzione della ricetta deve essere timbrato e siglato!

 

PAZIENTI FUORI REGIONE

I pazienti fuori regione pagano 15 euro per ogni visita+prescrizione, sia dal MMG che in guardia medica, che vanno direttamente al medico

 

 

Nuovo concorso di accesso alle scuole di specializzazione a graduatoria nazionale

 

Nuovo concorso di accesso alle scuole di specializzazione a graduatoria nazionale

Dott.ssa T. Rozza, Giovanni Mulè

 

 

 

Come sarà il nuovo concorso?

Tesi di laurea = 1 pt

Dottorato attinente = 2 pt

Voto laurea = 2 pt

Media aritmetica di tutti i voti = 5 pt

Esami attinenti caratterizzanti = 5 pt                      = 135 pt

 

In caso di parità:

Maggior punteggio complessivo nella prova di esame.

Maggior punteggio nella seconda parte della prova di esame.

Candidato con minore età anagrafica

 

 

CARATTERISTICHE DEL NUOVO CONCORSO

Concorso singolo per ciascuna specialità e scuola

Diverse graduatorie nazionali per ogni  scuola di specializzazione

Commissione giudicatrice formata da un presidente di nomina ministeriale, direttore di una scuola di specializzazione e da un professore universitario di prima fascia di ruolo per ciascuna classe, appartenente a un SSD di riferimento sorteggiato tra candidati

Si possono provare più scuole, considerando gli orari delle prove.

 

L'esame è diviso in due prove con Quesiti a Risposta Multipla con quattro possibili risposte. La valutazione dei quesiti a risposta multipla è così determinata:  1 punto per ogni risposta esatta, 0 per ogni risposta non data e  -0,30 per ogni risposta errata.

La prima prova è costituita da 90 quesiti incentrati su argomenti caratterizzanti il corso di laurea in medicina, in generale è uguale per tutti i candidati per tutte le scuole di specializzazione dello Stivale ed è svolta nello stesso momento in tutta Italia.

La seconda prova è costituita da 30 quesiti specifici per la tipologia di specializzazione scelta e probabilmente incentrati sul ragionamento clinico. La seconda prova svolta in una o più sedi, nella stessa data e allo stesso orario per ogni tipologia di scuola. Regolandosi, con il calendario e gli orari delle seconde prove, sarà possibile concorrere per almeno due tipologie di scuole di specializzazione all’interno di ciascuna delle aree medica, chirurgica e dei servizi: almeno due per l'area medica, almeno due per l'area chirurgica, almeno due per l'area dei servizi.

 

I quesiti saranno preparati da un ente terzo designato dal MIUR e il programma di studio su cui sono predisposti i quesiti è reso noto con il bando.

 

Altri 15 punti saranno attribuiti in maniera oggettiva al curriculum, da una commissione nazionale giudicatrice, suddivisa in sottocommissioni. Le indicazioni sull'attribuzione dei punteggi al curriculum e la costituzione della commissione giudicatrice sono riportate nelle tabelle di cui sopra. Unica precisazione: i punti per voto di laurea e dottorato non sono assegnati nè ai concorrenti già in possesso di un diploma di specializzazione né ai concorrenti già titolari di contratto di specializzazione per un periodo minimo di un anno.

Per SSD si intende Settore Scientifico- Disciplinare.

 

Non ci sarà una standardizzazione in percentili dei punti assegnati per il curriculum.

 

 

Come funzionerà la graduatoria nazionale?

Verranno istituite tante graduatorie nazionali quante sono le tipologie di specializzazione. sarà possibile concorrere per almeno due tipologie di scuole di specializzazione all’interno di ciascuna delle aree medica, chirurgica e dei servizi: almeno due per l'area medica, almeno due per l'area chirurgica, almeno due per l'area dei servizi. Per ogni tipologia di specializzazione, prima delle prove, sarà possibile (non obbligatorio) indicare più sedi in ordine di preferenza (anche tutte le sedi disponibili). E' probabile che ci sarà un sistema paragonabile a quello di accesso a medicina, il quale prevede prenotati e assegnati. Comunque questi dettagli verranno definiti nel bando.

Ulteriori informazioni sul funzionamento della graduatoria nazionale per l'accesso a medicina si trovano al seguente link: https://www.universitaly.it/index.php/highered/accessoprogrammatovediregole

 

 

Riferimenti normativi

 

  • Decreto Legislativo 368/99 art.36 (definisce i paletti entro cui i riferimenti normativi successivi possono muoversi nella gestione e nell’organizzazione delle prove concorsuali. L' iter legislativo per una sua modifica prevede passaggi parlamentari)
  • http://www.parlamento.it/parlam/leggi/deleghe/99368dl.htm

Decreto legge 12 settembre 2013, n. 104 art.21 http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/09/12/13G00147/sg

Decreto-Legge 12 settembre 2013, n. 104 convertito con modificazioni dalla L. 8 novembre 2013, n. 128 (in G.U. 11/11/2013, n. 264) (non ci sono state modifiche all'art.21 nel processo di conversione in legge) http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/11/11/13G00172/sg

 

  • Decreto Ministeriale. (Stabilisce gli aspetti «tecnici» del concorso: modalità delle prove, punteggi, graduatoria nazionale o locale ed è di pertinenza del Ministero dell'istruzione. Il suo iter legislativo non prevede passaggi parlamentari)
  • Non è ancora disponibile il documento ufficiale, in quanto in seguito al parere del Consiglio di Stato sul testo del D.M. e la conseguente firma del Ministro, il testo deve essere vagliato dalla Corte dei Conti che elabora un parere sulla sostenibilità economica delle misure adottate dal decreto ministeriale.
  • Parere del Consiglio di Stato sul Decreto Ministeriale. (Ultimo documento ufficiale pubblico disponibile) http://goo.gl/4ZauaC

 

  • Bando (Stabilisce la data del concorso e delle prove, le modalità di redazione della graduatoria nazionale, il programma di studio di riferimento per i quesiti, il numero di contratti per il quale è possibile concorrere e ulteriori dettagli tecnici. La struttura fondamentale riguardo l'assegnazione dei punteggi è però definita dal Decreto Ministeriale di cui sopra) Siamo in attesa dell'uscita del bando. Nella peggiore delle ipotesi quest'anno il bando potrebbe uscire 30 giorni prima del concorso, essendo questo il limite massimo prefissato.

Le possibilità di un ritorno al passato, al concorso precedente, sicuramente per quest'anno, sono nulle. Il concorso quest'anno seguirà le nuove regole, non si torna indietro. L'unica cosa importante che manca e che attendiamo è il bando.

E' anche abbastanza difficile che negli anni futuri le regole stabilite dalle recenti riforme, siano cambiate con un ritorno al passato, perchè si dovrebbe perder tempo per riaffrontare gli iter di riforma del Decreto legge (iter parlamentare) prima e quello del Decreto ministeriale poi.

Futuro e prospettive occupazionali del giovane medico

Futuro e prospettive occupazionali del giovane medico

Dott. W. Mazzucco

 

Vedi:

http://www.giovanemedico.it/index.php?option=com_content&view=section&layout=blog&id=17&Itemid=64

 
MEDPASHARE - Tutti gli appunti che ti servono! Stampa E-mail
Scritto da Rinux   

Con più di 3000 utenti registrati, medpashare ha già aiutato molti studenti! Utilizzate il nostro volantino se volete "spargere il verbo" (ma sempre in modo discreto! ;) ) Scaricate anche la versione "white" per risparmiare inchiostro, link in basso!

Keep on sharing!

 

black-cool

Volantino medpashare - black

Il nostro nuovo volantino! condividerlo farà bene a tutti :) disponibile anche la versione "white", più economica per la stampa!

Licenza Creative Commons Autore Rino Taormina Data 2012-03-12 Dimensioni 220.31 KB Download 2697

white-cheap

Volantino medpashare - white

Il nostro volantino "in bianco", consuma meno inchiostro!

Licenza Creative Commons Autore Rino Taormina Data 2012-03-12 Dimensioni 240.53 KB Download 500

 
VADEMECUM DEL LAUREANDO Stampa E-mail
Scritto da Teresa Rozza   

Pubblichiamo qui il fondamentale vademecum del laureando di Terry Rozza, vedrete la luce in fondo al tunnel.

In fondo trovate il link per scaricare il pacchetto completo con tutta la modulistica.

keep on sharing

 

 

DOMANDA DI AMMISSIONE ALL'ESAME DI LAUREA

 

  1. Compilare la domanda on-line dal Menù "Nuove Pratiche" > "Esami di Laurea ed Esami di Stato" > "Domanda di ammissione all'Esame di Laurea.

  2. Per gli studenti Erasmus: il transcript deve essere consegnato alla Professoressa Florena, che provvederà alla conversione delle materie sostenute. Bisogna segnalare anche se si è svolto il tirocinio pre-laurea all'estero e, se non presente nel Learning, fornire alla Prof. un'attestazione dello stesso. Se può essere convalidato la Professoressa lo segnalerà nello stesso documento di convalida delle materie. Meglio farsi dare due copie del documento di convalida, entrambe firmate e timbrate in originale. Una di queste due copie va consegnata al Presidente di Corso di Laurea e poi deve essere consegnata in Segreteria (a meno che non lo facciano i Presidenti stessi), l'altra rimane a voi in caso di smarrimento della prima copia.

  3. Da consegnare in Segreteria entro il termine segnato nella domanda on-line:

    1. Domanda di ammissione all'esame di laurea

    2. MAV pagato

    3. Ricevuta compilazione questionario Laureandi L1

    4. Libretto blu o sua fotocopia (se si devono ancora sostenere alcune materie)

    5. Libretto rosso timbrato dal Presidente di Corso di Laurea (questo può anche essere consegnato successivamente, se si devono ancora seguire delle ADO. Fare le fotocopie del libretto rosso già timbrato, da conservare perché utili per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione).

    6. Modulo riconoscimento ADO: è possibile, per gli studenti che abbiano effettuato il passaggio da VO a NO, farsi riconoscere alcuni dei crediti andati "persi" durante il passaggio, come Corso di primo soccorso, bioetica, statistica II ed epidemiologia. Tale modulo va compilato e consegnato al Presidente di CdL. È consigliabile segnalare comunque queste materie nella mail di comunicazione ADO da inviare alla segreteria.

CONSEGNARE ENTRO 20 GIORNI LAVORATIVI DALLA SESSIONE DI LAUREA*

 

In Segreteria

  • Modulo di dematerializzazione tesi (o anche detto modulo "consegna tesi"). Gira anche un modulo uguale in cui è presente una delibera nelle prime pagine, che NON VA CONSEGNATO né compilato (anche perché non è possibile compilarlo, in quanto gli spazi per scrivere nome e cognome NON sono liberi): in realtà è lo stesso modulo di consegna tesi, solo che è inserito nella delibera dove si comunica che in segreteria devono essere consegnate e conservate le copie digitali delle tesi di laurea.

  • CD della tesi con pdf

  • Libretto blu in originale

  • Libretto rosso timbrato dal Presidente di Corso di Laurea

  • Comunicazione ADO tramite mail all'indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . L'oggetto del messaggio deve essere nel formato: matricola cognome nome comunicazione ado (es. 0364864 ROSSI Mario comunicazione ado). Il corpo del messaggio deve rispettare il formato denominazione ado – data – cfu – numero cfu (es. Terapia antibiotica: applicazioni pratiche - 11/02/2013 - cfu 3), indicando le ADO svolte in ordine cronologico!

  • Dichiarazione della tipologia della tesi

 

Alla Sig.ra Cannella (c/o Aule Nuove)

  • Copia cartacea della tesi, con frontespizio firmato dallo studente e dal relatore e con il timbro del relatore

  • Dichiarazione della tipologia della tesi (in realtà non è obbligatoria, ma consegnandola si facilita e si velocizza il lavoro della Sig.ra Cannella)

     

    Scarica TUTTA la modulistica per la laurea e il vademecum qui

    Vademecum del Laureando

    FAQ e informazioni più importanti per sopravvivere con dignità ai mesi pre-laurea! :)

    in bocca al lupo a tutti!

    Autore D.ssa Teresa Rozza Data 2013-03-27 Dimensioni 703.25 KB Download 1304

 

 

 

 

 
Rivoluzione didattica in Anatomia Patologica! Stampa E-mail
Scritto da Rino Taormina   

Cari Colleghi e Amici,

Apriamo questo nuovo anno di condivisioni con il Dr John Minarcik, noto patologo di Chicago, e vero guru internazionale del sapere  medico condiviso!

Anche quest'anno infatti, per il quarto consecutivo, il Dr Minarcik terrà il suo “Corso Globale Online di Patologia”.

Si tratta di un corso online gratuito su piattaforma GoToWebinar cui è possibile iscriversi a questo link.

 

Il corso copre tutti i capitoli del Robbins, magistralmente sintetizzati e integrati con slide e stupendi video di microscopia, attraverso i quali il Dr Minarcik guiderà gli studenti alla diagnosi istopatologica.

Qui sotto l'announcement ufficiale di inizio corso

http://www.youtube.com/watch?v=cEShEUSq_DA

Potrete aspettarvi: un ambiente internazionale ilare e rilassato, il massimo della professionalità e del know-how specialistico, ampie possibilità di interazione (chat e/o teleconferenza). I più assidui riceveranno anche un attestato di frequenza ed è possibile addirittura ottenere lettere di referenze (di sicuro peso internazionale) previo superamento di una prova finale (ma niente di obbligatorio! In linea con la filosofia “NO exams, NO grades, NO tuitions” che tanto ci piace! ;) )

 

Le lezioni sono tenute ogni martedì e giovedì, cominciano alle 16:00 ora italiana e durano circa due ore. La prima lezione introduttiva/conoscitiva è stata tenuta il 4 settembre 2012, ed è già scaricabile dal sito http://www.medicalschoolpathology.com così come TUTTO il materiale (lezioni, video, test etc.) dei precedenti anni!

 

Molte delle lezioni e i brevi video di istopatologia al MO (fantastici gli “shotgun histology”) sono visibili anche su youtube qui, e c'è anche un gruppo fb

 

E allora non perdete questo evento rivoluzionario di didattica globale, registratevi per l'esperienza live o visionate/scaricate il materiale.

 

PS vi starete chiedendo, ma il Dr Minarcik che ci guadagna? Niente! Solo la gioia di comunicare al mondo il suo sapere.

Perché condividere è bello! ;)

Keep on sharing!

 
10.000 auguri! Stampa E-mail

10.297, per essere precisi! :) Buone feste a tutti e, come sempre, BUONA CONDIVISIONE!

 
« InizioPrec.12Succ.Fine »

Pagina 1 di 2


Powered by Joomla!. Valid XHTML and CSS.

Twitter Facebook Youtube